Gnocchi ricci di Amatrice

Gli gnocchi ricci sono considerati la più antica specialità di Amatrice, più antica dei bucatini all’amatriciana. Si preparano senza patate soltanto con le uova. La ricetta degli gnocchi ricci rappresenta un piatto caratteristico dai sapori forti e decisi.

Gli gnocchi sono di piccolo formato e si realizzano schiacciando l’impasto tra pollice e indice per creare così la tradizionale forma arricciata. Si possono condire con sugo di castrato di pecora insieme ad un tritato misto di maiale e vitellone, ma possono essere conditi anche in bianco con pancetta o broccoli. In entrambe i condimenti aggiungere pecorino e parmigiano nella stessa quantità.

INGREDIENTI (8 PERSONE):
Uova 10
Farina 1 kg
Parmigiano q.b.
Pecorino q.b.
Acqua q.b.
Sale q.b.

Formate con la farina due fontane. In una fontana mettete e impastate nove uova. Il decimo uovo utilizzatelo per la seconda fontana dentro la quale mettete l’uovo facendolo fuoriuscire dal guscio con un foro praticato nella parte alta e con il guscio calcolate poi cinque misurini di acqua fatta bollire precedentemente con un cucchiaino di sale. Impastate fino a realizzare un impasto colloso.

A questo punto unite i due impasti per così ottenerne uno soltanto, quando l’unione tra i due impasti risulterà elastica e morbida cominciate a formare gli gnocchi ricci lavorando piccoli pezzetti di impasto di circa un paio di centimetri con indice e medio. Durante la lavorazione degli gnocchi tenete coperto con un canovaccio l’impasto per evitare così di farlo asciugare.

Terminata la lavorazione mettete gli gnocchi ricci in acqua salata e lasciate cuocere. Come tutti gli gnocchi appena torneranno a galla saranno cotti. Conditeli, con il sugo o in bianco, impiattateli e servite a tavola. BUON APPETITO.

2022-08-24T15:08:09+00:0017 Aprile 2021|

Condividi sui tuoi social

Scrivi un commento

Torna in cima